...oppure fatti richiamare gratis

    Il secondo trimestre 2024 si è aperto con valori stabili, così come la chiusura del primo. Le oscillazioni di PUN e PSV mantengono i prezzi ai valori migliori degli ultimi anni, facendo tirare il fiato agli utenti italiani dopo l’incubo della crisi dei prezzi.

    Il PUN (energia elettrica) ha fatto registrare un ulteriore leggero calo, che l’ha fatto assestare al miglior valore da giugno 2021. Il PSV (gas naturale) è invece salito un po’, tornando sopra i 30 centesimi a metro cubo. Un aumento che, comunque, non incide particolarmente sulle bollette degli italiani — e per fortuna, perché dall’inizio dell’anno le misure introdotte dal Governo per contrastare l’impennata dei prezzi sono venute meno: l’IVA è tornata piena, così come gli Oneri di Sistema.

    Nella nostra Guida agli Indici Energetici in Italia: PUN e PSV trovate tutti gli aggiornamenti con i valori di marzo e aprile.

    Abbiamo aggiornato anche i Forward dei prossimi 12 mesi, che sono le previsioni dei prezzi di Acquirente Unico. Notiamo che, rispetto ai Forward dell’inizio dell’anno, la riduzione è netta: circa il 25% per quanto riguarda il PSV. Decisamente un buon segno!

    Fallo sapere al mondo


    Rimani sempre aggiornato sulle ultime novità

    Iscriviti alla newsletter